Il progetto CCM

Piano di monitoraggio e di intervento per l'ottimizzazione della valutazione e gestione dello stress lavoro-correlato

Premessa

L’inserimento nel programma CCM 2013 di una linea progettuale dedicata interamente allo stress lavoro-correlato costituisce una tappa fondamentale nello sviluppo di soluzioni inerenti alla tematica. Fondato su una intensa collaborazione fra istituzioni declinata sul territorio nazionale, il Progetto vuole essere un approccio sistematico e integrato alla tematica, finalizzato ad offrire un contributo concreto allo sviluppo di modelli di gestione e strategie di intervento utili a contrastare lo stress lavoro-correlato.

OBIETTIVI GENERALI

Il Progetto CCM stress lavoro-correlato si articola in 4 obiettivi generali, da raggiungere nel corso di 24 mesi.

A-Verifica-80px

VERIFICA

Sarà verificata l’efficacia del sistema di valutazione e gestione dello stress lavoro-correlato basato sugli strumenti del percorso metodologico proposto dall’apposita piattaforma INAIL.

B-Monitoraggio-80px

MONITORAGGIO

Attraverso il monitoraggio a livello regionale delle attività di vigilanza e dei fabbisogni dei servizi, sarà verificata l’efficacia dell’applicazione dell’obbligo di valutazione SLC previsto dalla normativa vigente.

C-Formazione-e-informazione-80px

FORMAZIONE e INFORMAZIONE

Saranno organizzate e realizzate specifiche attività di informazione e formazione, come contributo all’empowerment delle figure della prevenzione afferenti al SSN e di quelle aziendali.

D-Strumenti-80px

STRUMENTI

Saranno messi a punto e sperimentati strumenti che tengano conto delle specificità aziendali e di comparto e che possano essere immediatamente fruibili dalle aziende, anche attraverso sistemi informativi ed iniziative ad hoc di INAIL.

SOGGETTI COINVOLTI

Al Progetto CCM partecipano INAIL, 16 realtà territoriali (Regioni e Province Autonome) e 2 università.

Il Progetto CCM coinvolge:

  • INAIL – Ente partner del progetto
  • 16 fra Regioni e Provincie Autonome
    1. Lazio
    2. Veneto
    3. Lombardia
    4. Toscana
    5. Puglia
    6. Campania
    7. Sicilia
    8. Umbria
    9. Sardegna
    10. Basilicata
    11. Friuli Venezia Giulia
    12. Marche
    13. Liguria
    14. Emilia Romagna
    15. P.A. Trento
    16. P.A. Bolzano
  • Università degli studi di Verona
  • Università degli studi di Bologna

Unità operativa LAZIO

  • Coordina il Gruppo interregionale
  • Coordina le Unità Operative per l’attuazione della fase di monitoraggio
  • Realizza un corso di formazione

Unità operativa VENETO

  • Realizza il corso FAD
  • Realizza il tutorial per l’attività di monitoraggio

Unità operativa LOMBARDIA

  • Realizza materiale formativo e informativo
  • Realizza un corso di formazione

Unità operativa TOSCANA

  • Realizza un corso di formazione

Unità operativa PUGLIA

  • Realizza un corso di formazione

FORMAZIONE E INFORMAZIONE

Il piano di formazione si rivolge agli operatori dei servizi di prevenzione e sicurezza, mentre i prodotti informativi sono destinati a tutte le professionalità coinvolte nella materia stress lavoro-correlato.

CORSI DI FORMAZIONE

OPERATORI DA FORMARE

CORSO FAD


Materiale informativo per le aziende

Cliccando sulle miniature è possibile scaricare il materiale informativo realizzato nell’ambito del Progetto CCM.

 

Factsheet CCM

Il Factsheet descrive in breve il Progetto CCM, concentrandosi sugli obiettivi specifici e sui numeri che lo caratterizzano.

Tipo di file: PDF

Brochure

Descrive brevemente il Progetto CCM e la campagna Europea Insieme per la prevenzione e gestione dello stress lavoro-correlato.

Tipo di file: PDF

Opuscolo

Viaggio nel tema stress lavoro-correlato: cos’è, come si valuta, come si gestisce.

Tipo di file: Il documento è disponibile in due versioni: PDF stampabile o PDF interattivoPer la corretta visualizzazione di quest’ultimo si raccomanda l’uso di una versione aggiornata di Adobe Reader, scaricabile gratuitamente presso questa pagina.

MONITORAGGIO

Aziende oggetto del monitoraggio

Il piano di campionamento è realizzato su base territoriale e coinvolge sia il settore pubblico che privato.

friuli

Friuli Venezia Giulia

Aziende: 28

Lombardia

Aziende: 253

Marche

Aziende: 28

Campania

Aziende: 58

P. A. di Bolzano

Aziende: 9

Liguria

Aziende: 31

Umbria

Aziende: 16

Basilicata

Aziende: 9

P. A. di Trento

Aziende: 17

Emilia Romagna

Aziende: 98

Sardegna

Aziende: 32

Puglia

Aziende: 37

Veneto

Aziende: 115

Toscana

Aziende: 84

Lazio

Aziende: 137

Sicilia

Aziende: 48