Gap tra formazione accademica e realtà professionale

Home Forum Stress Lavoro Correlato Gap tra formazione accademica e realtà professionale

Questo argomento contiene 2 risposte, ha 2 partecipanti, ed è stato aggiornato da  Paola Giorgi 2 anni, 11 mesi fa.

Stai vedendo 2 articoli - dal 1 a 2 (di 2 totali)
  • Autore
    Articoli
  • #3183

    Paola Giorgi
    Partecipante

    Buongiorno, mi chiamo Paola Giorgi, laureanda in Psicologia del Lavoro e delle Organizzazioni. Sebbene in ambito accademico il tema dello Stress Lavoro Correlato venga affrontato marginalmente rispetto a quelli più tradizionali della selezione, della formazione, degli assessment center e via dicendo, entrando in contatto con la realtà lavorativa relativa a quella che sarà la mia professione mi rendo conto che la prevenzione e la valutazione dello Stress Lavoro Correlato sono altrettanto rilevanti, così come lo è il relativo quadro normativo.
    Cosa genera a vosto parere questo divario tra la formazione universitaria e la realtà
    professionale? Quali strumenti ha a disposizione un laureando o un neo-laureato in Psicologia del Lavoro per colmare tale divario?
    Grazie

    #3184

    Francesco Chicco
    Moderatore

    Gentile Dottoressa Giorgi, la sua osservazione rimarca una situazione di ritardo che l’Italia ha sulla tematica dello stress lavoro-correlato, rispetto ai Paesi anglosassoni e del Nord-Europa, per mancanza di una cultura sull’argomento. Il ritardo è chiaramente rappresentato anche dalle carenze universitarie.
    La recente normativa italiana (D. lgs 81/2008) nel tempo costringerà le istituzioni universitarie ad integrare i programmi di insegnamento tradizionali.
    E’ anche vero che uno psicologo del lavoro è comunque in grado di affrontare una valutazione e, nelle aziende dove viene coinvolto, porta il suo valore aggiunto nel gestire il processo, nel coinvolgere le persone, nel proporre gli interventi correttivi o migliorativi.
    Data l’attualità della tematica, vi sono numerosi corsi, convegni, seminari che offrono la possibilità di aggiornarsi sui vari aspetti della valutazione e gestione dello stress lavorativo.
    La saluto e la ringrazio per il prezioso contributo.
    ps: sarebbe utile avere altri commenti e sapere se sono stati attivati in università italiane primi corsi di formazione sullo stress da lavoro.

Stai vedendo 2 articoli - dal 1 a 2 (di 2 totali)

Devi aver eseguito l’accesso per poter rispondere a questa discussione.